Call of Duty Ghosts: Infinity Ward punta sulle emozioni

Mark Rubin di Infinity Ward ha parlato ampiamente del prossimo prossimo Call of Duty: Ghost, affermando che il titolo punterà oltre all’interzione col cane anche sulle emozioni.

“Noi abbiamo dovuto lavorare molto più duramente rispetto al passato e in realtà non abbiamo puntato così tanto sul cane: era stato mostrato solo in un trailer, ma internet lo ha fatto sembrare così… La gente ama i cani e si sono già affezionati: è incredibile quanti messaggi riceviamo del tipo ‘E se il cane muore?’ e io penso, caspita sono già coinvolti emotivamente.
Noi stiamo proprio cercando di spingere in quel senso, prestando attenzione ai personaggi e alle loro parti emotive, oltre all’impatto con il mondo circostante.
Pensaci. Se prendi in considerazione un gioco, o anche il nostro, e lo mettessi in un film, avresti il protagonista che non parla, con il telespettatore che non lo ha mai nemmeno visto in faccia. Lui (Stephen Gaghan ndr) ha apprezzato la sfida, e si è impegnato su tutti i fronti; c’è una certa disconnessione tra il cinema e i videogame, hanno due lingue diverse, e nel passato non sempre hanno comunicato molto bene tra loro. Ma credo che stia cambiando.”

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

SHARE THIS POST

  • Facebook
  • Twitter
  • Myspace
  • Google Buzz
  • Reddit
  • Stumnleupon
  • Delicious
  • Digg
  • Technorati
Giorgio Tiretti
Author: Giorgio Tiretti View all posts by
Gamer ma soprattutto Retrogamer di professione. Nasco videoludicamente all'età di 3 con il NES in bundle con Super Mario Bros e Duck Hunt. Amo anche Musica, Anime e Fumetti (sia orientali che occidentali), Film e Telefilm.
COMMENTA
Games 'N More