GTA Online: here comes the money!

Notizia di stamattina è l’annuncio ufficiale da parte di Rockstar Games della presenza all’interno di GTA Online delle microtransazioni, moda del momento per quanto riguarda tutti i giochi che si sviluppano sulla rete.

Chiaramente la software house ha tenuto a precisare che il titolo sarà comunque bilanciato in quanto i giocatori non vogliono spendere assolutamente denari reali.

La mia considerazione è che un titolo di questo genere e di questa portata di utenza sarà automaticamente trasformato in un pay-to-win e si vedranno molti giocatori con un’esperienza di gioco minata a causa dei soliti shopponi. Ma la domanda è ovvia “Perchè permettere di far spendere ad un giocatore altri soldi dopo l’acquisto del gioco al lancio?” ma soprattutto “Che fregatura date ad un povero che ha risparmiato tanto, oppure sacrificato molti giochi pur di permettersi il gioco anche nelle versioni mega-fighe-limited?”

No, così non va Rockstar, secondo me è ancora più valida la mia tesi di attendere un bell’annetto prima di giocare a questo titolo che si vede essere ancora vittima dell’hype creatosi.

Tag:, , , , ,

SHARE THIS POST

  • Facebook
  • Twitter
  • Myspace
  • Google Buzz
  • Reddit
  • Stumnleupon
  • Delicious
  • Digg
  • Technorati
Giorgio Tiretti
Author: Giorgio Tiretti View all posts by
Gamer ma soprattutto Retrogamer di professione. Nasco videoludicamente all'età di 3 con il NES in bundle con Super Mario Bros e Duck Hunt. Amo anche Musica, Anime e Fumetti (sia orientali che occidentali), Film e Telefilm.
COMMENTA
Games 'N More