The LEGO Movie

Vota

Buona domenica a tutti! Eccoci di nuovo a parlare di film e in questo caso lo facciamo con un lungometraggio che da tempo attendevamo. Stiamo chiaramente parlando The LEGO Movie (si lo so che si legge dal titolo ma una presentazione è dovuta sempre).

the-lego-movie-recensione

Questo film già dai trailer, di cui ne trovate uno in fondo alla recensione, prometteva molto bene e le aspettative sono state tutte quante mantenute. Phil Lord e Christopher Miller, i due registi del film già noti per Piovono Polpette, hanno diretto un vero e proprio must view per tutti gli amanti dei mattoncini più famosi al mondo e per chi ama in generale i film di animazione.

The LEGO Movie narra di Emmet un comune cittadino di una metropoli completamente realizzata di Lego in cui tutti rispetto delle regole, anzi delle istruzioni, ben precise, infatti come tutti per integrarsi guarda le trasmissioni TV più in voga, ascolta la canzone più famosa in città e spende i suoi soldi in caffè costosissimi per cercare di essere come gli altri per integrarsi.
Ma un giorno durante una normale giornata incontra una ragazza e per seguirla cade all’interno di una voragine che lo fa entrare in contatto con il “Pezzo forte” e da qui lui scoprirà di essere un Mastro Costruttore, ma non uno qualsiasi, ma quello Speciale. Ma le rivelazioni non si fermano qui, oltre a scoprire questo suo potere verrà a conoscenza dei malefici piani del sindaco della città che vuole che tutto sia nell’ordine che dice lui senza che niente vada fuori posto.

Non voglio continuare con la trama per evitare eventuali spoiler. All’interno di The LEGO Movie non solo vedremo le gesta di Emmet che intraprende da solo il cammino per diventare realmente quello speciale, ma verrà accompagnato da Wyldstyle, una giovane ragazza che è fidanzata niente meno che con Batman (un applauso a Claudio Santamaria che è riuscito a rendere fantastico il Cavaliere Oscuro anche nella sua versione Lego), anche lui all’interno della “Gagliarda ciurma” insieme a Vitruvius, Uni-Kitty, Benny, astronauta anni ’80 e tanti altri ancora.

The LEGO Movie regala tante gag e passa via liscio come tutti i film di animazione classici per la prima parte del film, ma è nella seconda che questo subisce un’incredibile evoluzione che lo porta a parlare di temi più maturi il tutto in maniera perfetta, il passaggio di temi sarà graduale e soprattutto realizzato in un modo incredibile che fa capire quanto Lord e Miller abbiano fatto davvero un ottimo lavoro in ogni singolo aspetto da quello della trama, sempre bella e godibile, le gag che non eccedono solo per cercare di strappare qualche sorriso per camuffare qualcosa come accade spesso e ad un aspetto visivo che è davvero fantastico e il tutto viene impreziosito dal 3D che si dimostra ancora una volta una tecnologia cinematografica fantastica per i film di animazione.

In conclusione The LEGO Movie è un film di animazione fantastico che non mantiene le alte aspettative ma addirittura le supera, io personalmente parlando, abbandono i panni attuali del redattore che cerca di essere leggermente imparziale, non ho trovato alcun difetto in questo film che è davvero perfetto in quanto tutto è equilibrato senza problemi e nulla è lasciato al caso, soprattutto considerando che sarebbe potuto andare avanti in eterno e nessuno se ne sarebbe accorto.

GIUDIZIO FINALE
10    Voto totale

Trama ottima | Tante gag | Evoluzione del film inattesa e ben realizzata | Visivamente divino

Finisce

Condividi:

  • Facebook
  • Twitter
  • Myspace
  • Google Buzz
  • Reddit
  • Stumnleupon
  • Delicious
  • Digg
  • Technorati
Giorgio Tiretti
Autore: Giorgio Tiretti Guarda tutti i post di
Gamer ma soprattutto Retrogamer di professione. Nasco videoludicamente all'età di 3 con il NES in bundle con Super Mario Bros e Duck Hunt. Amo anche Musica, Anime e Fumetti (sia orientali che occidentali), Film e Telefilm.
COMMENTA