Secondo Iwata il region lock non serve per far soldi

Nei giorni scorsi è partita la petizione da parte degli utenti per chiedere l’abolimento del region lock su Nintendo 3DS e Nintendo Wii U che possono limitare agli utenti di giocare titoli provenienti da altri continenti.

La petizione ha raggiunto 15.000 firme su change.org, ma Satoru Iwata non crede che si possa venir meno alla limitazione:

“Dalla prospettiva di alcuni potrebbe sembrare una sorta di restrizione. Comunque noi speriamo che la gente apprezzi il fatto che i nostri prodotti possano essere acquistati in tutto il mondo.
Esistono molte differenti aree nel pianeta, e ognuna di esse possiede la sua cultura e grado di tolleranza, oltre ai limiti legali e alle politiche sui rating dell’età. Sono davvero molte le caratteristiche richieste per ogni regione, e venir meno ad alcune di esse potrebbe andare contro alla libertà richiesta dai giocatori.
Spero che gli utenti capiscano che non è una cosa necessaria per l’ego del business.”


Tag:, , , , , , ,

SHARE THIS POST

  • Facebook
  • Twitter
  • Myspace
  • Google Buzz
  • Reddit
  • Stumnleupon
  • Delicious
  • Digg
  • Technorati
Giorgio Tiretti
Author: Giorgio Tiretti View all posts by
Gamer ma soprattutto Retrogamer di professione. Nasco videoludicamente all'età di 3 con il NES in bundle con Super Mario Bros e Duck Hunt. Amo anche Musica, Anime e Fumetti (sia orientali che occidentali), Film e Telefilm.
COMMENTA
Games 'N More