Sony: accettata la condanna per l’attacco al PSN

Dopo l’attacco subito nel 2011 e la perdita dei dati del PSN, Sony ha subito una causa dalla Information Commissioner’s Office del governo britannico, in quanto l’azienda giapponese avrebbe dovuto proteggere con maggior accuratezza i dati dei suoi utenti.

Sabato è arrivata la condanna a 250.000 sterline e Sony ha comunicato che non andrà in appello:

“Dopo un’attenta riflessione, non ricorreremo in appello. Questa decisione riflette l’impegno nel voler proteggere i dati del nostro network. […] Siamo comunque in disaccordo con la decisione nei nostri confronti”.

Tag:, , , , , ,

SHARE THIS POST

  • Facebook
  • Twitter
  • Myspace
  • Google Buzz
  • Reddit
  • Stumnleupon
  • Delicious
  • Digg
  • Technorati
Giorgio Tiretti
Author: Giorgio Tiretti View all posts by
Gamer ma soprattutto Retrogamer di professione. Nasco videoludicamente all'età di 3 con il NES in bundle con Super Mario Bros e Duck Hunt. Amo anche Musica, Anime e Fumetti (sia orientali che occidentali), Film e Telefilm.
COMMENTA
Games 'N More